Marine Le Pen proposte per la salute

Marine Le Pen, che è attualmente in corso per la seconda volta all’Eliseo, ha presentato il suo programma di salute. Marine Le Pen proposte per la saluteMedico deserti , l’abolizione dello stato di aiuto medico (AME), la nuova carta fondamentale … Quali sono i punti principali che il candidato del Fronte Nazionale, prescrive ai francesi?

Tra i fiori all’occhiello misure di Marine Le Pen è l’abolizione dell’AME, lo Stato di Aiuto Medico, che permette di stranieri illegali di beneficiare dell’accesso alla cura per evitare che, secondo il candidato di “turismo Medico” . Assistenza che si vuole sostituire con un’assistenza limitata, in esclusiva per la cura di emergenza” .

Una volontà che è da escludere gli estranei da questo sistema per un po’. “L’accesso gratuito a una serie di servizi pubblici deve essere condizionata a un periodo di attesa. Qualcuno che arriva legalmente in Francia, sarà necessario attendere un certo tempo prima che beneficiano del rimborso delle cure. Potrebbe essere di due anni, per esempio, ” ha detto Marine Le Pen a RTL microfono gennaio scorso.

Le parole del presidente dell’Unione francese per Libero Medicina (UFML) su Youtube : “Marino, io sono un medico, non posso lasciarlo dire che. Perché ci preoccupiamo per tutti. Trattiamo i bianchi, trattare i neri, il trattamento di gialli, di curare i blues se ci sono … i rossi … tutti! “Ha spiegato il generalista, ricordando che è stato anche membro dell’immigrazione e che l’onore della Francia,” è che tutti gli stranieri come i francesi possono beneficiare del rimborso di cura, Siamo la patria dei diritti umani ” .

La lotta contro il medico deserti, un altro punto centraleLa lotta contro il medico deserti, un altro punto centrale

Il candidato medico deserti, punto focale del suo programma. Marine Le Pen ritiene “impossibile imporre ai medici per venire a lavorare in una particolare area. “Per rimediare a questa situazione, il candidato desidera stabilire un tirocinio in un incontro a desertificazione aree, secondo la sua versione di” educare i giovani medici ” e “restituire il gusto di private practice” .

Si propone inoltre di consentire in pensione medici di pratica in queste aree con le detrazioni delle spese, e, oltre a sviluppare le case di cura. Se il candidato FN desidera rimuovere i post dei funzionari sul territorio francese, vuole aumentare il numero di servizio civile ospedale .

La carta d’identità si è fusa con la carta fondamentaleLa carta d'identità si è fusa con la carta fondamentale

Se ritiene che il francese, il sistema sanitario in modo positivo, Marine Le Pen ritiene che richiede alcuni miglioramenti, in particolare al fine di lottare contro la frode. Per la faccia esso, il candidato vorrebbe unire la carta d’identità con la carta fondamentale: “in Questo modo sarebbe possibile avere un unico biometrici titolo che permetterebbe di evitare un certo tipo di frode” . Una frode che il candidato ritiene essere correlati all’utilizzo fraudolento di carte vitali, stimato in 10 milioni di euro da sola.

Una “carta di Vitale frode”, che è in realtà per impersonare qualsiasi persona assicurata attraverso la sua carta fondamentale per essere rilasciato con una prestazione di assistenza, un dispositivo medico, farmaco o di diritti (come il supporto al 100%). Ma se la lotta contro le frodi è necessario ovviamente, non verranno in alcun modo passare dalla ricerca di 10 milioni di schede false che non è mai esistito.

Biometrico di carta sarebbe piuttosto una cattiva idea, soprattutto a causa del suo costo: non solo sarebbe troppo costoso per l’emissione di carte, ma sarebbe necessario dotare tutti gli attori della salute di dispositivi che è possibile prendere le impronte digitali. Tali dispositivi potrebbe essere concepibile negli ospedali, ma molto meno nel caso dei medici della città, che dovrà anche essere incaricato di controllare l’identità del loro paziente.

Il presidente del Fronte Nazionale, vuole impostare l’unità di vendita di farmaci, compresi i farmaci generici . Un comune programma, che condivide con Emmanuel Macron, ma non per le stesse ragioni. Se il candidato di “En marche! “Vuole risparmiare qui, Marine Le Pen vuole” combattere il traffico, sia a livello nazionale e internazionale ” .